Come Far Passare il Mal di Pancia?


Far Passare il mal di pancia in modo rapido può essere un desiderio di molti e forse ti sarà capitato di avere degli impegni importanti rovinati dal dolore addominale. Un incontro di lavoro, un appuntamento con il partner o una semplice passeggiata sono azioni difficili da compiere serenamente se si ha il mal di pancia.

Questo disturbo è estremamente diffuso. Devi sapere che il mal di pancia è il sintomo di centinaia di condizioni cliniche. Quindi se qualcuno vi chiedesse “perché mi fa male la pancia” sarebbe un compito molto difficile rispondere.

Tranne alcuni rari casi, è difficile, se non impossibile risalire alla causa del mal di pancia senza osservare il quadro complessivo.

Esistono tuttavia alcuni rimedi naturali per il mal di pancia e in questo articolo su come far passare il mal di pancia ne citeremo alcuni che possono essere utili.

Attento! i rimedi che stai per leggere non possono, in alcun modo sostituire il consulto medico. Questo lo vedrai scritto in ogni sito che si occupa di salute. Te lo dico io, tuttavia, ha una fortissima “mission etica”. Per questa ragione vogliamo dirti subito che l’addominalgia e nello specifico l’addome acuto è considerata sempre una emergenza, un codice rosso.

Fatte queste premesse, vediamo alcuni rimedi per il mal di pancia.

Come far passare il mal di pancia

Come viene il mal di pancia?

Le cause del mal di pancia sono varie e spesso complesse. Distinguiamo il mal di pancia in due tipi principali:

  • Acuto
  • Cronico

Il mal di pancia può venire per diverse ragioni. Le più comuni sono l’aerofagia e il meteorismo. In questi casi, si formano dei veri e propri accumuli di aria nella pancia, nello stomaco e nell’intestino. Spesso si verifica in alcune particolari circostanze come quando hai una sensazione di aria nella pancia dopo mangiato. Questa è una delle cause del mal di pancia più banali.

 Il mal di pancia può venire per una costipazione intestinale che si associa a una ridotta motilità intestinale.

Il mal di pancia con stitichezza è molto diffuso e può essere spesso corretto con una appropriata dieta per il mal di pancia che corregga il problema della stipsi. Non ultimo, il mal di pancia e stress possono essere strettamente collegati.

Ricorda che prima di attribuire il problema allo stress, sospettando un problema psicogeno e psicosomatico bisogna escludere sempre tutte le cause organiche del mal di pancia.

Queste cause sono comuni e sono, la maggior parte delle volte innocue. Se non riesci ad evacuare correttamente e per molti giorni dovresti rivolgerti al tuo medico di fiducia. Altre cause del mal di pancia sono più complesse e più gravi. In questi casi far passare il mal di pancia velocemente non è possibile.

  • Gastroenterite: in questo caso il mal di pancia si associa a fitte dolorose, vomito e diarrea. La causa può essere infettiva e quindi associarsi alla presenza di virus e batteri. Esistono altre eziologie che coinvolgono altri tipi di microorganismi o hanno un meccanismo di patogenesi differente, ma sono più rare. Un virus intestinale può avere una risoluzione spontanea, una causa batterica invece è più complessa da trattare.

Altre situazioni portano al mal di pancia, tuttavia per queste si darà una indicazione generica perché sono motivo di ricovero in ospedale.

Appendicite: infiammazione e infezione dell’appendice vermiforme. A questo proposito puoi approfondire con il nostro articolo: dove si trova l’appendice.

Ulcera: lesione con perdita di sostanza che può avvenire sia a livello dello stomaco che del duodeno e prende nome rispettivamente di ulcera gastrica e ulcera duodenale.

Colecistite acuta

Calcoli renali

Diverticolite: qui si rende necessaria una piccola nota. Se si tratta di un anziano la diverticolite può essere estremamente pericolosa. Se una persona anziana che conosci ha male alla pancia ricorda che non è mai una situazione che può essere sottovalutata. Per sicurezza recarsi il prima possibile in ospedale.

Infarto intestinale

Occlusione intestinale

Ernie

Reflusso gastro-esofageo

In tutti questi casi il dolore alla pancia è caratterizzato da 2 aspetti che sono comuni alla maggior parte delle situazioni prima descritte. Il dolore è localizzato in una specifica area dell’addome. Il secondo luogo il dolore in questi casi può diventare davvero intenso.

In linea generale, si può dare un consiglio utile per capire la causa del mal di pancia, o meglio se mal di pancia è grave.

  • Osserva l’addome: un addome piatto, detto “addome a tavola” può essere indicativo di alcune condizioni particolarmente gravi.
  • Palpazione: a titolo informativo, questa manovra deve essere fatta da un medico competente, se la palpazione implica un rapido riflesso di contrazione dei muscoli addominali, questo è un pessimo segno. Evita di palpare l’addome nel punto in cui la persona riferisce di avere dolore.

Infine, anche se questi segni non sussistono, non vuol dire che si possa escludere una causa di grave entità. Il ricovero in ospedale in causa di mal di pancia forte o che insorge all’improvviso è sempre consigliato.

 Come far passare il mal di pancia

Per far passare il mal di pancia è possibile fare ricordo ad alcuni rimedi naturali. Alcuni di questi sembrano funzionare molto bene e ci sono stati tramandati dai nostri nonni che forse non avevano conoscenze mediche eccezionali ma comunque sono riusciti a mettere a punto rimedi per il mal di pancia efficaci.

Mal di Pancia: Rimedi della Nonna

Rimedi Mal di Pancia

Antiche conoscenze sono arrivate fino a noi, tra queste anche come far passare il mal di pancia senza farmaci o trattamenti. Esistono davvero molti trucchi per far passare il mal di pancia e ne elencheremo alcuni davvero interessanti e utili.

Bere una tazza di camomilla

La camomilla può essere un ottimo rimedio per il mal di pancia. La camomilla sembra avere proprietà antiinfiammatorie e la capacità di rilassare la muscolatura liscia. Questo può diminuire la frequenza e l’intensità dei crampi alla pancia. Per far passare il mal di pancia con la camomilla ti basterà una bustina e un bicchiere di acqua calda.

Usare la borsa dell’acqua calda 

Un rimedio per il mal di pancia naturale e semplice. Il calore ha effetti benefici per molte condizioni dolorose e quindi si presta bene come rimedio per il dolore alla pancia. probabilmente perché provoca una vasodilatazione che aiuta a lavare via attraverso il sangue molti mediatori del dolore.

Bere acqua di riso


No, non è un prodotto per vegani che troverai sugli scaffali del supermarket ma un ottimo rimedio per il mal di pancia naturale al 100%. Ti basterà bollire una quantità di riso in una pentola con acqua abbondante. Rimuovere il riso che può essere conservato per un pasto leggero e bere l’acqua quando è ancora calda.

Non abbiamo idea di che sapore abbia l’acqua di riso ma sembra un ottimo rimedio per far passare il mal di stomaco.

Come far passare il mal di pancia: indigestione

Se il problema del mal di pancia è dovuto al fatto che ti sei lasciato andare un po’troppo ad una cena con amici e colleghi, esistono alcuni rimedi per l’indigestione che possono fare al caso tuo.

Bere acqua e limone


Questo rimedio per il mal di pancia causa indigestione è molto utilizzato e ha origini molto antiche. Alcuni dicono favorisca la digestione perché favorisce la produzione di’acido cloridrico. In realtà questo non è del tutto esatto, ma provare non costa nulla!.

Tisane con radice di zenzero

La radice di zenzero ha molte proprietà benefiche e viene utilizzata anche in alcune deliziose ricette. Far passare il mal di pancia con radici di zenzero può essere fatto anche in modo più semplice comprando una radice grezza e preparando da te l’infuso usando dell’acqua e mettendola a bollire. Aggiungere lo zenzero e attendere alcuni minuti. Filtrate il tutto e aggiungete un dolcificante, preferibilmente del miele e per il mal di pancia è un toccasana.

La radice di zenzero infatti è nota per la capacità di rilassare la muscolatura liscia dell’intestino, in modo simile a quanto detto per la camomilla.

Mastica semi di finocchio

I semi di finocchio hanno importanti proprietà antinfiammatorie. In più possono favorire la produzione di acido da parte dello stomaco diventando un valido aiuto per far passare il mal di pancia e indigestione.

Come far passare il mal di pancia: neonati

Far passare il mal di pancia al neonato può essere complesso. Il neonato è particolarmente suscettibile ad alcune situazioni che nell’adulto si riscontrano più raramente. La delicatezza del bambino molto piccolo richiede un occhio attento e competente quindi si sconsiglia di far passare il mal di pancia ai neonati con metodi fai da te.

Spesso accada che il bambino pianga per ore, senza una ragione apparente. Si definisce questa situazione semplicemente come “colica del neonato“. Probabilmente la colica del neonato e il relativo mal di pancia si associa ad un accumulo di gas nello stomaco e nell’intestino.

Le modalità della poppata corrette possono essere molto utili per evitare che il bambino ingerisca troppa aria. Abbiamo discusso di questo problema e i possibili rimedi in “Come far passare il singhiozzo”.

Nel caso in cui il mal di pancia e quindi colica nel neonato sia associata ad un accumulo di gas è possibile praticare un delicato massaggio sull’addome per favorirne la fuoriuscita.

Se l’evento si manifesta in modo particolarmente intenso allora è il caso di rivolgersi al pediatra.

Se il mal di pancia si associa a stitichezza nel neonato è opportuno avere un occhio di riguardo per la sua dieta. Esistono alimenti che favoriscono il transito intestinale come le pere e le prugne. Altri alimenti sono da evitare se il bambino è stitico e ha male alla pancia tra questi: riso, patate, banane.

Bisogna stare molto attenti al mal di pancia nel bambino in caso di intolleranze alimentari e allergie. Spesso il dolore si associa a diarrea. Fai caso a quali alimenti possono essere responsabili e coinvolgi il tuo pediatra in questa tua ricerca.

Come far passare il mal di pancia: gravidanza

Il mal di pancia in gravidanza mette spesso in allarme la futura madre. In alcuni casi alcune fitte durante la gravidanza possono essere normali, ma vista la situazione critica il mal di pancia in gravidanza è qualcosa che non può essere affrontato con rimedi casalinghi.

Lascia stare chi ti propone rimedi per il mal di pancia in gravidanza, è importante capire il perché ci sono questi fenomeni dolorosi e non concentrarsi sul farli passare. La polvere non si nasconde mai sotto il tappeto.

Devi sapere che il mal di pancia in gravidanza può anche essere sintomo di condizioni cliniche che possono anche essere gravi. Tra queste:

  • Gravidanza ectopica
  • Parto prematuro e aborto spontaneo
  • Infezioni delle vie urinarie
  • Distacco della placenta

Questo non vuol dire che ogni accenno di mal di pancia in gravidanza sia segno di una condizione critica e potenzialmente pericolosa per la donna e per il bambino.

Tuttavia, la possibilità che si verifichino anche questi eventi, in particolari casi, può mettere in allerta, senza spaventare una donna, sull’importanza di monitorare costantemente la situazione. Anche il mal di pancia in gravidanza può dare segnali importanti per la salute.

Se hai un dolore continuo alla pancia e questo si associa ad altri sintomi, non esitare a contattare il tuo medico di fiducia e il ginecologo. Effettua sempre i regolari controlli e se sei incinta noi di telodicoio.org ti facciamo i nostri migliori auguri.



Cosa Significa Dasvidania

Il termine “dasvidania” è estremamente diffuso e viene utilizzato comunemente anche nella nostra lingua. Forse ti sarà capitato di sentirlo in un film, in una sessione di gaming o stai cercando di imparare qualche parola per conoscere una ragazza russa* e ti sei chiesto che cosa significa dasvidania. Vediamo di capire meglio il significato di questo termine.

Dasvidania è un termine che viene normalmente attribuito alla lingua russa, in realtà l’origine di questo termine è slovena. Il significato di dasvidania dipende molto dal contesto in cui viene utilizzato, non è, in molti casi, un semplice saluto ma è diventato un vero e proprio “cult” linguistico per le molteplici implicazioni che l’utilizzo di questo termine può avere.

Cosa significa Dasvidania

Cosa significa dasvidania in russo

Il termine dasvidania è formato da “do” e “svidanije”. Per questo nella sua traduzione letterale il termine dasvidania significa “fino al prossimo incontro”. Questa traduzione del significato di dasvidania non è, tuttavia, corretto. Potremmo anche semplicemente tradurlo come “arrivederci”.

Il tono con cui si pronuncia questo termine ne da un significato implicito che può variare molto. Infatti pronunciare “dasvidania” con un tono di sfida può suonare come un “addio” o un a mai più rivederci, come diremmo a una persona che ci ha fatto un brutto torto.

Il termine dasvidania associato ad un tono più giocoso o ironico invece può suonare come una beffa, ha un sottointeso che è riconducibile allo scherno, come quando in italiano utilizziamo il classico “ciao bello (a mai più rivederci).

Comunque il significato di dasvidania più corretto resta “arrivederci”.

 Come si pronuncia dasvidania

La pronuncia di dasvidania è descritta dalla scrittura fonetica del termine russo “do svidanije”.

Devi sapere che il termine dasvidiania è già una trascrizione fonetica e che quindi si pronuncia in modo simile a come si leggere. In russo, dasvidania è formato da due parole infatti, come già visto prima.

Come si scrive dasvidania

Il termine Dasvidania si scrive, utilizzando il nostro alfabeto “Do Svidanije”, in cirillico invece è scritto “до свидания”.

Cosa significa dasvidania tovarish

Forse ti sarai chiesto cosa significa dasvidania quando è associata a questo termine. Il termine “Tovarish” significa letteralmente “compagno” e veniva usato spesso durante il periodo del regime comunista in Unione Sovietica con un significato “politico” importante.

Infatti nell’ottica del regime il termine compagno veniva utilizzato sostituendolo a termini che potessero lasciare intendere una distinzione sociale tra le persone. Era consigliato, per esempio, sostituire il termine “signore” con “compagno”. Quindi, letteralmente, dasvidania tovarish significa “arrivederci compagno”.

Dopo il crollo dell’unione sovietica questa espressione ha assunto un significato più giocoso e viene usato dai ragazzi e in determinati ambienti. Infatti, in altri contesti, dasvidania tovarish significa “arrivederci amico”.

 Come si dice arrivederci in russo?

 Come detto sopra, arrivederci in russo si dice dasvidania. Una alternativa al termine dasvidania è “poka” che si traduce letteralmente come “ciao” ma si usa solo quando ci si congeda e ha lo stesso significato di dasvidania, ma è meno formale.

Dove si trova l’Appendicite: a Destra o a Sinistra?

Per quanto la domanda “dove si trova l’appendicite” sembra scontato rispondere che l’appendicite si trova nel quadrante inferiore destro dell’addome. Quindi L’appendicite si trova a destra e rappresenta una componente importante dell’intestino crasso.

Nello specifico, questa struttura si localizza a livello del cieco, appena al di sotto della valvola ileo-cecale. Come avrai notato, se sei un lettore attento abbiamo chiamato questo articolo “Dove si trova l’appendicite”, ma questo non è del tutto corretto.

Il termine appendicite si riferisce ad una condizione patologica, di tipo infiammatorio e infettivo della appendice vermiforme. Sarebbe stato più corretto chiedersi “dove si trova l’appendice” ma la maggior parte delle persone confondono l’appendice con una sua condizione patologica tipica, l’appendicite.

Dove si trova l'appendicite

Dove si trova l’appendice nel corpo umano

Come già detto l’appendice è un prolungamento dell’intestino crasso. Dovete immaginare questa struttura come un piccolo tubicino a fondo cieco. la posizione dell’appendice è molto variabile. Essa infatti può essere ascendente o discendente. L’appendicite si trova in alcuni casi anche in posizione retrocecale e quando assume questa posizione, come in altri casi, può essere più difficoltosa da operare per il chirurgo.

Dove si trova l’appendice a destra o a sinistra?

Per meglio capire dove si trova l’appendice le immagini sono essenziali. Potrei anche dirvi che l’appendice si trova nella regione iliaca destra ma se non si ha una buona conoscenza della suddivisione in quadranti dell’addome, individuarla sarebbe abbastanza ostico. immagini dell’appendice possono essere d’aiuto.

In questo modo è sicuramente più semplice capire dove si trova l’appendice. La posizione è indicativa, a scopo didattico, possono esserci delle situazioni intermedie, la posizione dell’appendice può essere diversa da come la si vede nell’immagine.

A cosa serve l’appendice?

Nonostante la funzione non sia strettamente vitale, l’appendice serve a fornire protezione all’organismo cosi come altre strutture dell’organismo che hanno un ruolo nel contesto del sistema immunitario. L’appendice ha una componente di tessuto linfatico e funziona come un vero e proprio filtro che è intercalato nel sistema linfatico stesso. In questo modo trattiene i batteri ma non ha funzione di assorbimento.

A questo livello la linfa può stagnare e questo produce una situazione favorevole alla proliferazione dei batteri. Questo è l’evento chiave che può essere causa di appendicite.

Dove si trova l’appendicite sulla pancia?

Esistono alcuni punti che possono essere utilizzati per trovare e capire dove si trova l’appendice. In realtà questi punti sono “punti di dolorabilità” e vengono palpati proprio perché il dolore alla palpazione è suggestivo di una appendicopatia.

In sintesi se questi punti vengono palpati, il fatto che ci sia dolore e non solo, esistono anche altri segni indicativi, significa che probabilmente c’è un problema all’appendice. Queste manovre tuttavia non ci danno altre informazioni, non ci dicono l’eziologia o l’entità del problema e quindi è necessario fare altri esami.

Il più utilizzato di questi punti per trovare l’appendice sulla pancia è il punto di McBurney. Questo punto si trova su una linea immaginaria testa tra l’ombelico e la spina-iliaca anterosuperiore destra. Il punto si trova su questa linea a 2/3 della linea o, per altri, a metà.

Come prima per capire dove si trova l’appendice le immagini sono fondamentali. Questa immagine raffigura il punto di McBurney.

Come Far Passare la Diarrea

Far passare la diarrea richiede soluzioni. I rimedi per la diarrea sono scelte in modo casuale, dipendono dalla causa della diarrea stessa e dal tipo di diarrea.

La diarrea è un disturbo comune ed è importante soprattutto nei paesi del terzo mondo. In condizioni di scarso igiene e denutrizione la diarrea è un problema grave che può condurre molte persone alla morte per disidratazione.

Fortunatamente, nel nostro Paese, questo è un disturbo, sicuramente fastidioso, ma che è possibile controllare con rimedi per far passare la diarrea che vanno dritti alla causa.

Se hai un colloquio di lavoro, un impegno importante e non puoi proprio farne a meno, questa guida su come far passare la diarrea è adatta a te. Qui esploreremo anche le cause, anche rare, della diarrea che possono aiutare a trovare rimedi per la diarrea persistente.

Come far passare la diarrea

Come Far Passare la Diarrea

La diarrea è una malattia? No. La diarrea è un sintomo di diverse condizioni cliniche. I tipi di diarrea sono 2 principalmente:

  • Diarrea Acuta
  • Diarrea Cronica

Molte persone, errando, credono che avere la diarrea significa evacuare feci liquide. Questo non è vero. I criteri che ci permettono di stabilire se una persona ha la diarrea sono 3:

  • Emissione di feci superiore ai 200g
  • Frequenza maggiore di 3 volte al giorno
  • Qualità: feci acquose

Tutti questi criteri devono essere presenti per poter parlare di diarrea. Per esempio, se avete una frequente defecazione ma il volume è ridotto, parleremo di pseudodiarrea. 

Diarrea e dissenteria sono la stessa cosa? No. Il termine dissenteria non viene oggi utilizzato come in passato. Le caratteristiche della dissenteria sono quelle indicate:

  • Feci muco-ematiche
  • Dolore addominale
  • Tenesmo
  • Febbre

 Perché viene la diarrea?

La diarrea è una alterazione del flusso attraverso la mucosa dell’intestino. Ogni giorno noi assumiamo attraverso cibi e bevande molti liquidi. I liquidi nell’intestino devono essere assorbiti e a questi si aggiungono le secrezioni intestinali.

Se la componente liquida del contenuto intestinale non viene assorbita correttamente avremo il sintomo della diarrea e una situazione clinica chiamata alvo diarroico. L’assorbimento intestinale è finemente regolato da ormoni, componente nervosa e osmotica.

In base alla causa della diarrea riconosciamo 4 tipi di diarrea:

  • Diarrea osmotica
  • Diarrea secretiva
  • Diarrea essudativa
  • Diarrea motoria

La diarrea osmotica si verifica quando si ingeriscono cibi che tendono a trattenere liquidi nell’intestino. La essudativa è molto simile alla prima, ma non dipende dal cibo ingerito ma dal materiale patologico che si accumula, a causa dell’infezione nell’intestino: pus, sangue. La diarrea secretiva è dovuta ad un aumento della produzione di secreti intestinali. Infine, la diarrea motoria è dovuta ad una aumentata peristalsi.

In questo ultimo caso, la diarrea è dovuta a un intestino che si muove troppo e non permette di assorbire il contenuto in modo corretto e a differenza di come si pensa questo caso è uno tra i più rari.

Le cause di diarrea motoria più interessanti sono la “sindrome da carcinoma” a causa tumorale e l’ipertiroidismo.

La diarrea viene per diverse ragioni:

Come viene la diarrea acuta?

La diarrea acuta viene per cause infettive: presenza di batteri, che possono essere di diverso tipo, virus e protozoi. Tra le cause non infettive abbiamo farmaci e ischemia intestinali.

Come viene la diarrea cronica? 

La diarrea cronica viene per cause infiammatorie: Rettocolite Ulcerosa e Malattia di Crohn, diverticolite e infezioni particolari come quello causato dal G.Intestinalis. Cause non infiammatorie sono le cosi dette diarree funzionali. Non hanno una causa ben precisa.

Come far passare la diarrea: Rimedi naturali della nonna

Alcuni rimedi naturali, che ci sono stati tramandati dalla nostra nonna possono essere molto utili per far passare la diarrea. I rimedi naturali non sostituiscono il medico, possono solo tamponare una situazione di diarrea lieve. Ricorda che se la causa della diarrea è un batterio, non si può fare a meno di un antibiotico.

Qui proponiamo dei rimedi utili per migliorare la diarrea.

1) Dieta per la diarrea

La dieta è il primo rimedio importante per molti disturbi. Ci sono dei cibi da evitare con la diarrea e sono le bevande gassate, la caffeina, i cibi che producono molti gas come:

  • broccoli
  • fagioli
  • piselli
  • mais  
  • prugne

Altri cibi da evitare con la diarrea sono i cibi fritti e i latticini come i formaggi. Se ti stai chiedendo “posso bere il latte con la diarrea?” la risposta è no. Non è consigliato.

Cosa posso mangiare con la diarrea?

Con la diarrea puoi mangiare tutti quei cibi che non producono molti gas e che contribuiscono a ripristinare l’equilibrio osmotico nell’intestino. Quindi quei cibi che non trattengono i liquidi ma ne favoriscono il riassorbimento.

  • Patate
  • Riso
  • Banane
  • The

Sono consigliati anche quei cibi che abbiamo elencato in “come far passare il mal di pancia”.

2) Probiotici per la diarrea

I probiotici sono utili per la diarrea. Sono comunemente chiamati “fermenti lattici” e contengono batteri vivi che sono utili per la flora intestinale. In caso di infezione, la flora intestinale è alterata, manca l’equilibrio tra le specie batteriche che si chiamano “commensali“. Sono batteri che popolano il nostro intestino e non causano malattia.

Una alterazione di questo equilibrio a causa del subentrare di batteri cattivi (patogeni) può rendere difficile tornare alla normalità. I batteri intestinali con la loro presenza limitano la proliferazione e l’azione dei batteri patogeni.

Alcuni di questi batteri, addirittura, possono produrre sostanze che contrastano i batteri che causano l’infezione e la diarrea.

Esistono dei preparati che aiutano a reintegrare la flora batterica che si dice, viene depauperata dalla terapia antibiotica. Puoi anche acquistare degli yogurt utili per la diarrea con probiotici.

Un probiotico molto utilizzato è il Saccharomyces boulardii che non è un batterio ma un lievito utili per ripristinare le funzioni intestinali. Il successo di questo probiotico è dovuto al fatto che esso agisce bene anche durante la terapia antibiotica non essendo un batterio. Quindi su di esso gli antibiotici non influiscono.

Attenzione. Il  Saccharomyces boulardii è venduto come integratore ma si sconsiglia a chi ha deficit del sistema immunitario.

3) Omeopatia per la diarrea

Esistono dei farmaci omeopatici per la diarrea in commercio che sembrano dare sollievo per questo disturbo. Non c’è alcuna dimostrazione scientifica che attesti l’efficacia di questi preparati. Nonostante questo, i farmaci omeopatici per la diarrea sono in commercio e sembrano essere specifici per diversi tipi di disturbi.

I più utilizzati sono:

  • Arsenicum album
  • Veratrum album
  • Podophyllum
  • Calcarea carbonica
  • Camomilla (Matricaria Chamomilla)

Si sconsiglia comunque di utilizzare questi farmaci senza il consulto del medico, tuttavia, si preferisca utilizzare rimedi naturali non omeopatici per la diarrea, associandoli con farmaci di provata efficacia prescritti dal medico.

4) Farmaci per la diarrea

Esistono alcuni farmaci per la diarrea che sono generici e possono alleviare questa fastidiosa condizione. I farmaci più utilizzati sono:

  • Normix
  • Bimixin
  • Imodium
  • Rifacol

Questi farmaci per la diarrea non devono essere assunti fuori dal consiglio medico soprattutto in particolare condizioni di salute. Questi farmaci non sono utili nel caso di diarree croniche che devono essere trattate in modo differente.

Come far passare la diarrea persistente

Una diarrea persistente o cronica deve essere trattata con grande cautela. Spesso richiede delle indagini strumentali e di laboratorio che possono essere effettuate solo in ospedale.

Non bisogna mai trascurare queste situazioni. Far passare la diarrea persistente richiede trattamenti particolari e in alcuni casi non è possibile.

Alcune cause di una diarrea persistente possono essere:

  • Celiachia: è causata da alcuni deficit enzimatici che risultano in una incapacità di digerire una particolare componente del glutine che è la gliadina. Contro la gliadina si sviluppa un risposta specifica con infiammazione e riduzione della superficie utile all’assorbimento intestinale

  • Rettocolite Ulcerosa: che è una malattia infiammatoria cronica come il morbo di Crohn ma che si presentano in modo differente sotto diversi aspetti. Entrambe, tuttavia possono portare ad una condizione di diarrea cronica.

  • Sindrome dell’intestino irritabile: è una diarrea funzionale, non si associa ad un reperto anatomopatologico caratteristico e quindi a un danno d’organo.

In queste particolari situazioni bisogna approfondire. Dovete recarvi dal vostro medico e prescrivere delle analisi approfondite. Alcune di queste analisi per la diarrea persistente:

  • Calprotectina fecale (che è un indicatore specifico per l’infiammazione dell’intestino).
  • Test di assorbimento
  • Test celiachia
  • Valutazione morfologica (valuta se ci sono dei diverticoli)
  • Endoscopia capsulare
  • Funzionalità pancreatica e epatica

Ricorda che esistono alcuni tipi di diarree, quelle infettive, che possono associarsi a Rush cutanei.

Rimedi per la diarrea dopo colecistectomia

In seguito alla rimozione della cistifellea, il flusso ininterrotto della bile può “irritare” l’intestino portando al manifestarsi della diarrea. La bile, infatti, non può più essere raccolta e secreta all’occorrenza nella colecisti e quindi viene secreta, in modo continuo, nell’intestino.

è comune avere la diarrea dopo la colecistectomia. Parlane con il tuo medico, ti prescriverà alcuni farmaci. Uno dei rimedi per far passare la diarrea in questo caso è somministrare dei chelanti degli acidi biliari che sono contenuti all’interno della bile e possono avere un effetto negativo sulla mucosa intestinale.

Come far passare la diarrea del viaggiatore

La diarrea del viaggiatore è molto comune in chi si sposta molto e visita luoghi esotici. In realtà non è necessario recarsi in paesi con condizioni igieniche scarse perché la diarrea del viaggiatore si verifichi. Devi sapere che in ogni area geografica, la popolazione mangia in modo differente.

Per questo, la flora batterica di un asiatico sarà differente da quella di un italiano o di colombiano. Per questa ragione, si può venire a contatto con batteri che non sono patogeni di per se, ma sono “nuovi” per l’organismo e quindi i batteri residenti possono vederlo come estraneo. Alcuni di questi batteri possono prendere il sopravvento su quelli “autoctoni”.

Se devi fare un viaggio e vuoi proteggerti dalla diarrea del viaggiatore ricorda che questo fastidioso inconveniente può essere trattato con alcuni farmaci come già visto precedentemente.

Come far passare la diarrea nei neonati

Per far passare la diarrea nei neonati come nei bambini molto piccoli per prima cosa non devi mai somministrare farmaci senza il consiglio del medico. Lo ripetiamo in ogni articolo il bambino non è un piccolo adulto il discorso: “basta dargliene di meno e non succede nulla” è fallimentare e scorretto se non pericoloso.

Nelle prime fasi se stai aspettando il medico per far passare la diarrea al neonato segui queste semplici regole:

  • Mantieni un buono stato di idratazione: durante le scariche diarroiche il bambino perderà molti liquidi. Se il bambino ancora allatta, bisognerà allattarlo più spesso per reintegrare ciò che è andato perduto.
  • Dieta per diarrea nel bambino: per gli alimenti guarda la sezione dell’articolo dedicata alla dieta per la diarrea. I pasti devono essere molto blandi. Evita il the, meglio un buon succo di frutta.
  • Reintegrare i sali minerali: esistono in farmacia degli integratori appositi. Il bambino in caso di diarrea perde non solo liquidi ma anche sali minerali. Questi devono essere reintegrati.

Se la diarrea persiste contattare subito il pediatra, potrebbe essere una diarrea infettiva. Non somministrare l’antibiotico senza il consulto medico.

Presta molta attenzione a quando il bambino ha avuto la diarrea. Valuta attentamente la possibilità che si siano verificate queste condizioni:

  • Il bambino ha la diarrea dopo la poppata: potrebbe essere suggestivo di una diarrea per intolleranza al lattosio
  • Nuovi alimenti sono stati inseriti nella dieta: un nuovo alimento può portare a diarrea, questo non vuol dire, necessariamente, che il bambino abbia una intolleranza.

Ricorda che i bambini molto piccoli vanno spesso incontro a diarrea soprattutto quando il loro regime alimentare viene totalmente stravolto variando sempre più la loro dieta.

Come far passare la diarrea negli anziani

La diarrea negli anziani, soprattutto con problemi di pressione e cardiaci può essere molto pericolosa. Esistono alcune criticità di cui non si può fare a meno di tenere conto. L’anziano è più fragile, una diarrea molto violenta potrebbe disidratarlo in fretta.

Questo è un problema perché prima di pensare a come far passare la diarrea negli anziani bisogna andare a capire se i valori di pressione sono ottimali. Ricorda di mantenere una idratazione ottimale.

Le infezioni intestinali negli anziani possono essere una condizione particolarmente grave, una diarrea che si associa a un forte dolore deve far valutare il ricovero in ospedale.

Come far passare la diarrea in gravidanza

Far passare diarrea in gravidanza

Le cause della diarrea in gravidanza sono diverse. I cambiamenti ormonali, il fatto che si vomiti più di frequente, è un quadro particolare che andrebbe approfondito. Verso l’ultimo periodo di gravidanza l’aumento del volume dell’utero può comprimere l’intestino. Comunque anche far passare la diarrea in gravidanza dipende dalle cause specifiche.

In gravidanza, bisogna stare più attenti perché la diarrea e quindi la perdita di liquidi e sali minerali può essere più pericolosa per il feto. La regola fondamentale rimane sempre la stessa. Reintegrare liquidi e sali minerali e alimentarsi correttamente, in modo leggero ma assicurandosi che non si instaurino carenze nel bambino.

Meglio farti aiutare dal tuo medico di fiducia. La gravidanza è sempre una condizione molto particolare e ogni evento, anche banale, assume un significato diverso e più importante. La diarrea, tuttavia, in linea di massima non è pericolosa per il bambino. Lo è la disidratazione.   

Inutile dire, ma fa bene ripeterlo, che nessun farmaco deve essere assunto senza il consulto medico durante la gravidanza.